Ansia Anticipatoria: Cause, Sintomi e Come Combatterla

L’ansia anticipatoria è un disagio che si presenta al solo pensiero di dover affrontare un evento, una situazione considerata pericolosa, rischiosa, spiacevole. Quindi l’ansia anticipatoria si attiva su pensieri che riguardano il futuro, prima che una situazione si concretizzi. Chi ne soffre non riesce a godere del presente ma ci sarà sempre una preoccupazione che turba la quotidianità. Si può manifestare come una concatenazione di immagini ricorrenti che occupano la nostra mente o monologhi continui che di solito cominciano in questo modo: “E se…?”, oppure “Cosa accadrebbe se…?”.

Tra i rimedi naturali più efficaci per combattere l’ansia ci sono i Fiori di Bach che possono essere somministrati via orale e attraverso creme, spray, gel e altro.

Qualsiasi sia la situazione a cui si fa riferimento, c’è una reazione fisica ed emotiva molto forte. Il corpo reagisce come se fosse realmente in pericolo o sotto minaccia. Il cuore ha un battito accelerato, c’è un’attenzione a qualsiasi segnale di pericolo e le normali attività quotidiane possono essere sospese.  Può essere causata da un’esperienza passata o dal dover affrontare un’esperienza nuova: un esame, un viaggio, parlare in pubblico, una visita medica.

La conseguenza più negativa dell’ansia anticipatoria è che limita la vita della persona: si rinuncia a viaggiare, si evitano luoghi di socializzazione o altro.

Sintomi:

  • Battito accelerato
  • Difficoltà di concentrazione
  • Fuga da situazioni normali ma ritenute pericolose (ascensore, aereo, colloqui importanti etc)
  • Sudorazione eccessiva
  • Tensione
  • Difficoltà di concentrazione

L’Ansia ha una Base Biologica: La Paura

Ansia e Paura, pur essendo emozioni diverse vengono spesso usate come espressioni equivalenti. La paura è scatenata da uno stimolo preciso che ci raggiunge dal mondo esterno (ad esempio, trovarsi coinvolti in un incidente d’auto). L’ansia non è necessariamente scatenata da uno stimolo esterno (spesso può essere scatenata dall’immaginare situazioni di pura fantasia). La paura ha permesso all’uomo nel corso dei secoli di preservare la propria specie, quindi ha profonde origine evolutive ed è presente in tutti i mammiferi.

Attraverso il meccanismo della paura c’è stato un processo evolutivo dell’uomo che si trova oggi in una situazione molto diversa. Da una parte ci sono meno reali motivi di paura, almeno per la maggior parte dell’umanità: non ci sono guerre, non conviviamo con animali feroci che ci mangiano, non siamo continuamente decimati da peste, colera ed altre epidemie. D’altra parte però siamo tempestati da informazioni e suggestioni che ci fanno temere costantemente di poter essere uccisi da terroristi, derubati nelle nostre case preferibilmente da cittadini extracomunitari, morire in un terremoto o in uno tzunami. Da qui lo sviluppo di possibili paure non risolte che provocano ansia.

Ansia Anticipatoria: Problema di Controllo

L’ansia anticipatoria è una forma mentale legata al voler controllare tutto. La preoccupazione non è qualcosa di negativo in sé, perché serve a delineare una strategia di fronte a una situazione che richiede o un atteggiamento preventivo o particolare, come per esempio guadagnare per poter pagare l’affitto a fine mese. Il problema nasce quando la preoccupazione si trasforma in un turbine di pensieri negativi ripetitivi e sterili o si retro alimenta dell’interpretazione distorta degli eventi, per esempio la paura continua di fronte al prossimo viaggio aereo del figlio.

Perduto Senso dell’Attesa

La Pazienza questa sconosciuta! Nella nostra società, con i ritmi frenetici che ci vengono dettati, soffrire di ansia anticipatoria è abbastanza comune. Si è persa la capacità di attendere e si hanno reazioni di protesta se si deve aspettare, spesso esagerate. Durante la giornata si accumulano tensioni proprio per l’accelerazione a cui tutti noi siamo sottoposti.

Ansia Anticipatoria: Come combatterla

La Floriterapia è un metodo olistico sviluppato dal medico britannico Edward Bach nella prima metà del ‘900 e basato sulle proprietà curative dei fiori. In caso di ansia anticipatoria ricorrere ai rimedi naturali, come i fiori di Bach, può risultare molto efficace. I fiori che consigliamo in questo caso sono:

White Chestnut: è un pilastro fondamentale per il trattamento dell’ansia, sia quando questa si presenta come tratto di personalità, sia quando si tratta di uno stato momentaneo causato da un contrattempo. In entrambi i casi sussiste una componente importante di preoccupazione, evidenziata da monologhi interiori continui. Lo psicologo cubano Boris Rodrìguez dimostrò scientificamente l’efficacia di White chestnut nel controllo dei pensieri intrusivi.

Impatient: è considerato uno degli ansiolitici del sistema floreale di Bach. L’ansia rappresenta un’evidente accelerazione, perché aumenta la frequenza del battito cardiaco e del respiro.

Sweet Chestnut e Cherry Plum se ci sono sintomi di angoscia.

Elm se è un periodo di forte stress.

Olive se si è molto stanchi fisicamente.

Gorse se non si vede via di uscita.

Si consiglia di assumere 4 gocce almeno 6 volte al giorno

Se l’ansia provoca insonnia?

In questo caso i fiori che consigliamo sono:

White Chestnut per la preoccupazione e l’ansia;

Impatient per il senso di accelerazione e l’ansia;

Elm per lo stress, lo straripamento emozionale;

Scleranthus per il senso di sfasamento, non avviene ciò che si dovrebbe verificare nel momento opportuno.

Versare in un bicchiere d’acqua 2 gocce di ogni essenza dal flaconcino stock e bere a piccoli sorsi ogni 10 secondi, prima di dormire e quando ci si sveglia durante la notte. La cosa migliore è preparare una miscela con i quattro fiori (2 gocce di stock per 30ml di volume) e versarne un contagocce pieno in un bicchiere d’acqua, assumendolo poi come indicato sopra.

I Fiori di Bach agiscono anche attraverso creme, gel, spray e per questo si consiglia di accompagnare la settimana lavorativa con l’utilizzo della Crema Viso Emozionale Flower’s Week, per aumentare lo stato vitale e la sensazione di benessere. Le Creme Emozionali Flower’s Week agiscono anche sull’epidermide con azione tonificante, idratante, antinvecchiamento.

Contattaci

0