Creme Neonati e Bambini: Quale Scegliere?

I Genitori di oggi sono molto informati e attenti ma l’offerta commerciale di creme per bambini, molto amplia, non rende difficile la scelta.

La pelle dei bambini, fino a dodici anni non produce sebo, è più secca, con uno strato corneo più sottile (rispetto a quello dell’adulto) e quindi è più sensibile e delicata.

Crema per la Pelle dei Neonati

I neonati, dalla nascita al primo anno di vita, non hanno bisogno di cure cosmetiche particolari. Per questo, è importante prima di tutto non eccedere nell’uso di cosmetici e quelli utilizzati devono essere semplici e naturali. É comunque consigliabile non esagerare con l’ossessione della pulizia: un eccesso di disinfettanti, detergenti e salviette imbevute può risultare troppo aggressivo per la pelle dei neonati.

Sono sufficienti un olio pulente o amido di riso per il bagnetto, una crema corpo che protegga dagli arrossamenti dovuti all’uso dei pannolini, come la Crema Corpo Emozionale Flower’s Week, che grazie ai fiori di Bach presenti e all’Acqua Termale di Viterbo, risolve e previene dolcemente episodi di arrossamento.

Prendersi cura della pelle del proprio bambino, praticando un delicato massaggio, da eseguire quotidianamente lo aiuta a sentirsi amato, protetto e più sicuro di sé.

Creme per la Pelle dei Bambini

La pelle cresce insieme al bambino. Dalla nascita fino a circa sei anni è ancora sottile e delicata; dai sei anni circa la struttura della pelle corrisponde a quella adulta, anche se l’attività delle ghiandole sebacee non aumenta fino alla pubertà. Per questo motivo la pelle dei bambini può essere secca ed ha bisogno di essere idratata e nutrita.

Anche il viso ha bisogno di essere protetto, dagli agenti atmosferici (sole, freddo, vento, smog, etc), si consiglia la Crema Viso Emozionale Flower’s Week, una combinazione di fiori di Bach e l’Acqua Termale di Viterbo, crema 100% naturale.

Sostanze da Evitare nelle Creme per Bambini

Purtroppo, ci sono molti prodotti cosmetici che usiamo per l’idratazione e per la pulizia del corpo e dei capelli che sono dannosi per la nostra salute e per la salute dell’ambiente.  La cosa ancora più preoccupante è che sono stati trovati ingredienti a rischio anche nei prodotti cosmetici per bambini, come lozioni, shampoo, salviette umidificate e latte detergente.

Prima di acquistare un cosmetico è importante leggere la lista degli ingredienti (INCI) che in base all’attuale normativa, deve essere riportato sull’etichetta. Gli ingredienti vengono elencati nell’Inci in base alla quantità presente nel prodotto, in ordine decrescente.

In genere, un prodotto naturale deve avere come primo ingrediente l’acqua. Verificare inoltre che non contengano i seguenti ingredienti:

  • petrolati sostanze di derivazione petrolifera, che possono avere i seguenti nomi: paraffinum liquidum, petrolatum, mineral oil, vaselina o paraffina;
  • parabeni ingredienti che contengono la parola “paraben”;
  • siliconi prodotti non biodegradabili, sintetici, utilizzati per migliorare la spalmabilità del prodotto, sono ingredienti che contengono la parola siloxane o terminano in one, come per esempio: dimethicone, amodimethicone, cyclomethicone o cyclopentasiloxane;
  • propylene Glycol: deriva dal petrolio;
  • PEG;
  • EDTA è molto utilizzato in saponi e prodotti schiumogeni;
  • conservanti che rilasciano formaldeide;
  • profumi di derivazione chimica.

Da scartare, per la delicata epidermide dei bambini, anche i coloranti sintetici (indicati, nell’elenco degli ingredienti, da un numero preceduto dalla sigla Ci, Colour index,) che possono essere causa di allergie.

Contattaci

0