Come Aumentare la Concentrazione con i Fiori di Bach

La Terapia Floreale del Dott. Bach si è rilevata essere molto utile per rafforzare la capacità di apprendimento; per affrontare esami, interrogazioni, compiti in classe; per concentrasi maggiormente nello studio. È un grande sostegno per gli studenti di tutte le età, adulti e di grande utilità per accompagnare le varie fasi della vita e i cambiamenti fisiologici (pubertà, adolescenza, menopausa, vecchiaia). La concentrazione e l’attenzione che impieghiamo nel nostro fare determinano i nostri risultati e di conseguenza il nostro grado di soddisfazione. Ci sono dei Fiori di Bach particolarmente indicati per chi soffre di mancanza di concentrazione e per gli studenti con problemi di apprendimento. È fondamentale individuare i rimedi giusti per la singola persona, che devono essere personalizzati in seguito ad un colloquio con un floriterapeuta o altra figura professionale di riferimento con competenze specifiche.

Cos’è la Concentrazione

La concentrazione è un processo specifico che consente di dirigere l’attenzione verso un obiettivo specifico. L’attenzione è una funzione cognitiva necessaria per svolgere le attività quotidiane: lavorare, studiare, guidare la macchina, fare sport, sostenere una conversazione. La capacità di attenzione è estremamente variabile e dipende dalle condizioni ambientali, dall’umore, dal grado di stress e dall’età.  La concentrazione ci permette di mantenere l’attenzione su quel determinato stimolo inibendo stimoli distraesti oppure riportando l’attenzione nuovamente allo stimolo originario.

Aumentare la Concentrazione: Rimedi Naturali

I Fiori di Bach sono i rimedi naturali più utili per contrastare vari tipi di disagi, compreso la mancanza di concentrazione e attenzione. Il Sistema Floreale del Dott. Bach è una terapia naturale, che può essere utilizzata per bambini anche molto piccoli e per donne in gravidanza, perché priva di effetti collaterali. Sono strumenti efficaci che ci donano armonia, energia e voglia di fare.

Aiutare i Bambini a Concentrarsi

Può accadere che i bambini in età scolare possano avere difficoltà a mantenere la giusta concentrazione e attenzione nei confronti degli obblighi scolastici. I motivi possono essere svariati e differenti tra uno studente e l’altro, ma ci sono delle caratteristiche comuni che si presentano in caso di rendimento scolastico insoddisfacente.

Per esempio: lo scolaro non riesce a mantenere l’attenzione durante la spiegazione in classe e facilmente si distrae, la sua attenzione viene stimolata da input che non riguardano argomenti scolastici, si isola nella sua fantasia (come se si disconnettesse), è stanco e assonnato, ci possono essere problemi di apprendimento. Tutto questo genera insoddisfazione, fatica, stress e ribellione verso la scuola e i genitori. Le essenze floreali aiutano lo scolaro a ritrovare energia e voglia di fare e innescano un processo virtuoso di cui beneficerà tutta la famiglia.

I fiori di Bach sono molto utilizzati per le problematiche scolastiche di bambini e ragazzi perché funzionano veramente e sono privi di effetti collaterali.

Aumentare la Concentrazione: Fiori di Bach

La floriterapia è una medicina naturale, alternativa ed è l’insieme dei 38 fiori di Bach, per maggiori informazioni leggi un approfondimento su proprietà dei Fiori di Bach.

Le essenze che consigliamo nel caso di difficoltà di concentrazione, attenzione e poca memoria sono:

Hornbeam

Pigrizia nei confronti di attività obbligatorie, lassismo, stanchezza mentale e fisica di origine mentale, indebolimento localizzato, negligenza, indolenza, negatività. Mancanza di volontà, poca memoria, mancanza di concentrazione. Si riscontra una mancanza totale di stimoli di fronte a tutto ciò che è routine o anche stressante. Già al mattino, al momento del risveglio, si dubita di poter sopportare un altro giorno uguale a quello precedente, noioso e stressante. Ci si sente stanchi al solo pensiero di dover cominciare a svolgere i propri compiti e si hanno pensieri frequenti del tipo: “Uffa! Che fatica… adesso devo fare…”.

Clematis

Mancanza di attenzione, sopore, isolamento, scollegamento, apatia. E un potente fiore di apporto energetico. Aiuta a migliorare il livello di attenzione e concentrazione ad ogni età. Particolarmente indicato per bambini/adolescenti e anziani, periodi della vita più o meno lunghi, che comportano un livello variabile di disconnessione dall’ambiente circostante. In questi casi l’essenza ci riporta con i piedi per terra. Nei cambi di stagione, soprattutto in primavera, molte persone soffrono di mancanza di concentrazione, si alzano stanchi, hanno meno energia, hanno bisogno di dormire di più, hanno riflessi rallentati e la mente in letargo.

Chestnut Bud

Aiuta a ottimizzare le funzioni mentali collegate con l’istruzione scolastica, è quindi vivamente consigliata a tutti gli studenti, di qualsiasi età. È inoltre un’essenza d’elezione per i bambini con problemi scolastici di apprendimento. L’impiego di Chestnut Bud unito a Scleranthus aiuta molto in caso di dislessia o di altre difficoltà con la lettura, il linguaggio o la scrittura. Devono essere prescritti in tutti i casi in cui sia necessario rinforzare l’apprendimento. A loro volta queste essenze devono essere abbinate ad altre più personalizzate.

Scleranthus

Incertezza, paura di sbagliare, disorientamento, confusione. Fondamentale in ogni disturbo di lettura, scrittura o linguaggio perché Scleranthus ha il compito di migliorare la comunicazione tra gli emisferi cerebrali, da cui dipendono le difficoltà di lettura, scrittura e linguaggio.  Molto utile per gli studenti, anche durante la preparazione degli esami, per contrastare la tendenza alla “mente cavaletta”. Questa metafora è usata per evidenziare la mancanza di ordine dei concetti in modo coerente e lineare.

Larch

Mancanza di fiducia in sé stessi, anticipazione e paura del fallimento, avvilimento, senso di incapacità, sottovalutazione. È la sensazione soggettiva di non sentirsi capaci di fare qualcosa che in realtà si è in grado di portare a termine. È il caso del bambino/ragazzo che pensa che non prenderà mai un bel voto in matematica perché secondo lui non riesce a capirla. Anticipa il risultato finale del suo studio, sminuendosi. Si sente incapace di realizzare una serie di cose alle quali, probabilmente sforzandosi e concentrandosi, potrebbe aspirare. L’autostima è bassa e si tende a rinunciare anticipatamente.

Le essenze sopra indicate devono essere combinate a quelle personalizzate in uno stock da 30 ml di acqua e conservante (in caso di bambini si può usare l’aceto di mele). Prendere 4 gocce dalle 6 alle 8 volte al giorno, per almeno tre mesi.

Contattaci

0